UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO


CONSIGLIO DI PROGRAMMAZIONE TECNICO-SCIENTIFICA

                             VERBALE DELLA SEDUTA DEL   23/04/1997  ORE 11.00

Il giorno 23 aprile 1997 alle ore 11 si è riunito nell'aula 2 del CLA il Consiglio di Programmazione Tecnico-Scientifica del Centro Linguistico di Ateneo.

Sono presenti: il Direttore, prof.C. Gagliardi; il Coordinatore Tecnico, sig.Michelazzi; i membri proff.Carpi, Dal Corso, Frigo, Pescatori, Piva, Thúne, dott.Facchinetti.
Assenti giustificati i proff.Armato, Basalisco, Stevanoni, Storari.
L'ordine del giorno è il seguente:
l.Comunicazioni
2.Contratti esercitatori
3.Contratti ARAN per collaboratori ed esperti linguistici
4.Varie ed eventuali.
---------------------------------------------------~ ----------------------------------------------------- 
l.Il Direttore dà lettura della lettera in cui la prof.Stevanoni comunica le proprie dimissioni dal CPTS accompagnate da due considerazioni fondamentali: a) a suo parere il CPTS esorbita dalle proprie funzioni in alcuni casi determinati, ad esempio quando prende in considerazione condizioni e modalità dei contratti riguardanti i collaboratori linguistici; b) ritiene inadeguata l'attenzione rivolta dal CPTS ai problemi della lingua neogreca. 

Il CPTS ritiene a questo proposito di essersi sempre mantenuto entro i limiti delle proprie competenze, esprimendo solamente il proprio punto di vista su questioni che toccavano anche l'attività del Centro senza voler prevaricare su decisioni che non gli competevano.Inoltre ricorda di essersi espresso a favore della stipulazione di un contratto per la lingua Neogreca, ritardandone l'attuazione per considerazioni di opportunità accolte a suo tempo dalla stessa prof.Stevanoni; considerando l'attuale orientamento del CLA e la possibilità di richiedere contratti modulari indipendentemente dal contenzioso in atto fra l'Ateneo e i lettori, il CPTS ritiene di poter riconsiderare l'opportunità di un contratto per neogreco.In virtù di queste circostanze e per la

considerazione che hanno nei confronti della prof.Stevanoni , i colleghi la pregano di rivedere la propria decisione.
2.Il CPTS rileva che i contratti per gli esercitatori non sono stati ancora approntati dagli uffici amministrativi.A questo proposito fa presente che: - Sulla base di indicazioni date verbalmente dal Direttore Amministrativo al Direttore del CLA, il CPTS, nella seduta del 14.02.97, ha proposto di far ricorso per il secondo semestre ai contratti modulari già usati nel primo semestre (vedi punto 5 del verbale), in considerazione del persistere dell'emergenza derivante dal noto contenzioso giuridico in atto con i lettori e della necessità di assicurare agli studenti dell'Ateneo i servizi di supporto linguistico.Tenuto conto della graduatoria stilata all'inizio dell'anno accademico, il CPTS ha proposto di confermare i 15 nominativi, indicati nell'allegato al presente verbale assieme alla dettagliata richiesta di monte-ore per ciascuna lingua e per ciascun nominativo, facendo presente che il maggior numero di ore è stato previsto in considerazione del fatto che oltre agli accertamenti estivi, verrà chiesto ai collaboratori di effettuare gli accertamenti della sessione autunnale (vedi punto 6 del verbale). - Sulla base dell'approvazione e delle indicazioni date dal Direttore Amministrativo al Direttore del CLA, questi ha proceduto nell'ultima settimana di febbraio a convocare gli interessati e ad organizzare le esercitazioni che hanno preso avvio in data 03.03.97. - Il  CPTS sottolinea quindi il grave disagio creatosi in seguito alla mancata stesura e alla mancata firma dei contratti augurandosi una rapida risoluzione della questione. Il.  CPTS prende atto che a livello amministrativo si sta elaborando un modello di contratto, su base ARAN, per i "collaboratori ed esperti linguistici", e si riserva per quanto di competenza di esprimere un proprio parere qualora consultato in merito. 

4.Viene posto il quesito, anche sulla base di discussioni precedenti, sull'opportunità di organizzare esercitazioni di lingue non comprese nei programmi ufficiali delle facoltà, ma utili come supporto a discipline esistenti (come ad esempio il portoghese riguardo allo spagnolo o una lingua slava riguardo al russo) ed eventualmente aperte anche ad un'utenza esterna.

In quest'ottica si pone anche il prospettato rapporto di collaborazione con il CARINT per corsi di lingua italiana per stranieri.
L'argomento verrà approfondito in successive occasioni
Null'altro essendovi da trattare la seduta è tolta alle ore 13. 

Verona, 23.04.97

       Il Segretario verbalizzatore                                     Il Direttore del CLA
        (Prof.Sergio Pescatori)                                       (Prof.Cesare Gagliardi)