UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO

CONSIGLIO DI PROGRAMMAZIONE TECNICO-SCIENTIFICA

VERBALE DELLA SEDUTA DEL 20/01/1995 ORE 10.30

Il giorno 20.1.1995 alle ore 10,30..nell'auletta d'inglese della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere si è riunito il Consiglio
di Programmazione Tecnico-Scientifica del Centro Linguistico di Ateneo.

Sono presenti: il Direttore . Prof.Bianca Cetti Marinoni; i Proff.Basalisco, Busch.Dal Corso, Gagliardi, Massariello, Pescatori, Pezzini, Piva,Torneri; il coordinatore tecnico, Sig.Michelazzi.

Sono assenti giustificati: i Proff.Marazza, Storari, Thúne.
E' assente la Prof.Stevanoni.
Funge da segretario verbalizzatore il Prof.Pescatori. 

L'ordine del giorno è il seguente:

Comunicazioni.
2.Approvazione del verbale della seduta precedente.
3.Test finali dei corsi generali di lettorato del 1 semestre (I e II livello):modalità e criteri organizzativi
4.Varie ed eventuali.
1.Il Direttore comunica che sulla G.U. del 22.12.94 è stato ripubblicato con significative variazioni per quanto riguarda il comma 2 dell'art. 5 (esperti linguistici) il D.L. contenetele disposizioni urgenti sul funzionamento dell'Università

Il Direttore comunica che il 20.12.94, in Rettorato, ha avuto luogo un nuovo incontro per la stipula del contratto dei lettori, durante il quale il Rettore ha rinnovato ai lettori la richiesta di sottoscrivere contratti con monti-ore annui diversificati.La risposta dei lettori è stata interlocutoria.

Il Direttore comunica di aver apportato variazioni agli orari delle esercitazioni dei lettori: le esercitazioni del Dott.Perkins, dimissionario dal 31.12.94, sono state assegnate al Dott.Hyde e al Dott.Castelli; le esercitazioni assegnate al Dott.Baker, da tempo assente per malattia, sono state assegnate in parte alla Dott.Harris e in parte al Dott.Steele,che tuttavia non le ha ancora iniziate.

A tal proposito, il Direttore ribadisce il principio che i lettori, essendo inquadrati nel C.L.A.,devono essere gestiti dallo stesso e non in modo autonomo e discrezionale- dalle singole Facoltà, come talvolta queste tendono a fare.Il Direttore distribuisce copia del programma del Seminario che si svolgerà dal 20 al 22 febbraio presso il Centro Linguistico dell'Università per Stranieri di Siena.
Nel prossimo febbraio avrà luogo la gara d'appalto per le attrezzature del C.L.A. Il Direttore comunica che in una prossima seduta del Consiglio Direttivo si delibererà sull'acquisto di un primo contingente di postazioni ìnformatiche e materiali audiovisivi.
2 Il verbale della seduta precedente viene approvato senza modifiche

3Il Direttore comunica le indicazioni pervenute dal Rettore, su richiesta del Consiglio di Programmazione T.-S., circa l'impiego dei lettori nell’accertamento della competenza linguistica degli studenti.Poiché il Rettore ha giudicato del tutto legittimo tale accertamento a titolo dì prova preliminare all'esame, e la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, nel Consiglio di facoltà del’11.1.95 ha deliberato che tale accertamento preliminare debba essere obbligatorio per accedere all'esame delle discipline linguistiche, assumono Particolare importanza i test di fine corso, organizzati dal C.L.A. e in particolare il Test finale dei corsi di II livello che hanno avuto luogo nel 1°semestre.

Il Prof- Piva rileva l'opportunità che l'accertamento di competenza linguìstica rilasciato dal C.L.A. sia reso obbligatorio anche dalle altre Facoltà dell'Ateneo per l'accesso degli studenti all'esame delle discipline linguistiche- Il Consiglio si associa alla proposta del Prof.Piva e invita il Direttore 'argomento all’attenzione dei Presidi di Facoltà.
Nell'imminenza della fine del 1°, semestre, il Consiglio discute sulle modalità e i criteri organizzativi dei test finali.
I Test che si terranno a febbraio saranno relativi ai corsi di I e Il livello del 1° semestre
Il test di 1° livello è semplice prova in itinere: a fine anno lo studente dovrà sostenere il Test di Il livello, unico che può ammettere all'esame
La Parte specialistica è prevista su base annuale, e il relativo test si svolgerà pertanto a maggio prima degli esami della sessioneufficiale.
A questo proposito, il Prof.Dal Corso fa notare le difficoltà organizzative relative alle discipline linguistiche della Facoltà di Lettere, com
pure di altre Facoltà,nel caso in cui i corsi ufficiali si siano svolti nel 1° semestre (corsi generali). Viene tuttavia rilevata dal Consiglio l’opportunità che in futuro i corsi ufficiali di materie linguistiche si tengano su base annua ovvero nel 2° semestre, per evitare gli inconvenienti sopra evidenziati.
I Test di accertamento di fine semestre sono sganciati dall’obbligo della frequenza ai corsi relativi; vi si potranno sottoporre anche gli studenti non frequentanti. Essi vertono sulle 4 abilità, ognuna delle quali viene valutata in base alla gradazione di giudizi: “insufficiente, sufficiente, buono,ottimo”.
I Test di II livello sono previsti sia a febbraio, sia a maggio, con la facoltà, per lo studente, di presentarsi all’una o all’altra delle prove; è evidente che l’esito positivo conseguito nel test di febbraio, esenta tanto dai corsi quanto dal Test del 2° semestre.
I Test relativi alla lingua specialistica che si svolgono esclusivamente a maggio, daranno luogo a valutazioni analoghe a quelli di lingua Generale e concorreranno con questi a formare, alla fine dei corsi annuali, una valutazione complessiva sulle competenze linguistiche raggiunte, certificata dall’attestato del CLA
Il Consiglio decide che sia stabilito al Più presto il calendario dei test di febbraio per ogni lingua, e a tale scopo vengono designati come coordinatori di area linguistica i seg. Consiglieri: Basilisco e Massariello (spagnolo); Piva (francese); Gagliardi (inglese); Cetti e Busch (tedesco); Pescatori (russo).

4. IlProf- Dal Corso comunica che il Consiglio d’istituto di Lingue della Facoltà di Lettere ha deciso quanto segue:

- Lingua e Letteratura Francese e Lingua Francese mantengono le ore di lingua di specialità loro assegnate (5);
- Lingua eletteratura Tedesca e Lìngua Tedesca rinunciano alle ore di specialità;
- Lingua e letteratura Inglese mantiene le 3 ore di specialità già assegnate;
- Lingua e Letteratura Spagnola chiede, se Possibile e secondo le disponibilità diavere 2 ore di lingua dì specialità
A questo proposito, ìl Direttore del C-L.A. sottolinea che tali ore, ove sia possibile assegnarle, dovranno comunque essere destinate astudenti iscritti ai corsi di Lingua e Letteratura Spagnola.Il Consiglio è concorde che le richieste delle Facoltà, Ove motivate, siano accolte nei limiti delle Possibilità e nel rispetto delle priorità didattiche.
Verona, 20.1.1995
               Il Segretario verbalizzatore                  Il Direttore del C.L.A.
                (Prof.S Pescatori)                        (Prof.Bianca Cetti Marinoni)