UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA
CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO


CONSIGLIO DI PROGRAMMAZIONE TECNICO-SCIENTIFICA

                                      VERBALE DELLA SEDUTA DEL   17/06/1998  ORE 11.00 

Il giorno 17 giugno 1998, alle ore 11.00, presso la sala riunioni dei CLA, si è riunito il Consiglio di Programmazione Tecnico-Scientifica dei Centro Linguistico di Ateneo dell'Università di Verona. 

Sono presenti i seguenti professori: Cesare Gagliardi, Daniela Carpi, Franco Piva, Roberta Facchinetti, Dal Corso Mario, Silvia Monti, Lucio Basalisco, Gilberto Storari, Sergio Pescatori, e il Sig.Armando Michelazzi coordinatore tecnico.Partecipa anche la Dott.ssa Anna Zanfei in qualità di esperta informatica per i test dei CLA.
L'ordine dei giorno è il seguente: 
1.Approvazione dei verbale della seduta precedente 
2.Comunicazioni del direttore 
3.Programmazione didattica per l'a.a. 1998/99 
4.Varie ed eventuali
l.Approvazione del verbale della seduta precedente
Ilconsiglio approva all'unanimità il verbale della seduta precedente.
2.Comunicazioni
Il Direttore comunica che il seminario dell'AICLU (Associazione Italiana dei Centri Linguistici di Ateneo), Intemet e le lingue: metodiche d'uso, organizzato il giorno 7 maggio dal Centro, ha avuto grande successo sia come contenuti che come efficienza organizzativa.Vi hanno partecipato i direttori dei ventisei centri linguistici universitari italiani già iscritti all'AICLU oltre ai delegati di altri sei centri di prossima iscrizione.Anche il convegno Metodologia della ricerca in linguistica applicata: tradizione e innovazione, organizzato dal Centro in data 15 maggio, ha avuto vasti riconoscimenti in ambito scientifico nazionale ed è risultato impeccabile dal punto di vista organizzativo grazie all'impegno di tutto il personale dei CLA.Al Convegno ha partecipato, tra gli altri, anche la professoressa Anne Lazaraton dell'Università di Washington, una studiosa di fama mondiale, ormai riconosciuta tra i massimi esperti nell'ambito della metodologia della ricerca in linguistica applicata. 
Il direttore comunica che in data 16 maggio si è conclusa la vertenza fra l'università di Verona e gli otto ex lettori di madre lingua che si erano dissociati dall'insubordinazione della maggioranza dei lettori nell'a.a. 1995/96 ed erano rimasti ad operare presso la sede del CLA.Le due parti contraenti hanno firmato un contratto basato sul contratto nazionale ARAN per Collaboratori ed esperti linguistici.Il Consiglio esprime soddisfazione per un avvenimento che porterà senz'altro dei benefici all'organizzazione didattica del CLA.. 

3.Programmazione didattica per l'a.a.1998/99

Il Direttore apre la discussione sulla programmazione didattica per l'a.a.1998/99 ricordando che hanno chiesto di utilizzare i servizi dei Centro Linguistico le Facoltà di Lingue , Economia, Scienze dell'educazione, Medicina e che i corsi della Facoltà di economia inizieranno l'11/10.
Su richiesta del Direttore, il professor Piva espone le recenti disposizioni della Facoltà di Lingue sulla struttura modulare degli insegnamenti e il sistema dei "crediti", relativi agli insegnamenti della stessa Facoltà.Il Prof.Piva riassume brevemente le decisioni prese dall'Assemblea dei docenti delle diverse Lingue e Letterature straniere.La struttura modulare (con relativo punteggio dei "crediti") è così definita: 

1)un modulo di 6 punti corrisponde all'impegno didattico dei docente ufficiale di Lingua e Letteratura;

2)un modulo di 3 punti per le esercitazioni concernenti la parte istituzionale;
3)un modulo di 3 punti per le esercitazioni e l'accertamento delle abilità linguistiche orali;
4)un modulo di 3 punti per le esercitazioni e l'accertamento delle abilità linguistiche scritte.
Ha deciso, altresì, che gli accertamenti dei quattro moduli vengano effettuati da una commissione d'esami della Facoltà, composta dal titolare dell'insegnamento e da un membro designato dal Preside a cui potranno affiancarsi, nella veste di cultori della materia oppure di esperti linguistici, i collaboratori dei CLA, esclusivamente per l'accertamento della abilità linguistiche scritte e orali. 

Per quanto concerne l'insegnamento linguistico, che verrà richiesto come servizio al CLA, la responsabilità della determinazione degli obiettivi da raggiungere, il controllo dell'efficacia dell'attività didattica in itínere, la determinazione dei tipo di prove a cui sottoporre gli studenti sono affidati al docente ufficiale dei corso, che sarà, altresì, Presidente della commissione d'esame. 

Come già previsto dal Consiglio di Facoltà, l'accertamento dei quattro moduli potrà svolgersi in maniera distinta senza nessuna propedeuticità all'interno dello stesso anno di corso.Lo studente, tuttavia, non potrà accedere alle prove dei moduli dell'anno successivo, se non dopo aver superato gli accertamenti dei quattro moduli dei corso. 

Il contributo richiesto al CLA in base a questi presupposti sarà: 

-preparazione degli studenti alle prove d'esame, ossia ai due moduli attribuiti alla parte linguistica dell'esame, sulla base di un rapporto diretto fra il docente dei singolo anno di corso e i collaboratori linguisitci corrispettivi. 

-partecipazione, attraverso i collaboratori linguisitci eventualmente nominati "cuitori della materia" al controllo finale sia nella parte scritta sia in quella orale: la parte (modulo) scritta sarà curata dai collaboratori linguistici su indicazioni dei docente; nella parte (modulo) orale, il ,.cultore" si affiancherà alla Commissione di due docenti. 

Il Consiglio prende atto di tali comunicazioni, si riserva di fare le opportune valutazioni e di studiare nell'ambito della sua autonomia decisionale in campo didattico la possibilità di eventuali cambiamenti. 

Si procede quindi alla formalizzazione delle richieste dei carichi di esercitazioni delle varie lingue per l'a.a. 1998-99.Il Prof.Basalisco, in via preliminare, fa presente un fabbisogno di 4 ore di spagnolo settimanali per il l' I°semestre (da includere nella richiesta generale di spagnolo).Si puntualizza inoltre che gli otto ex-lettori firmatari di contratto su base ARAN, denominati "Collaboratori ed esperti linguistici" (abbreviazione CEL) sono così distribuiti: 2 CEL per Lingua inglese, 1 CEL per Lingua spagnola, 1 CEL per Lingua russa, 4 CEL per Lingua tedesca.Poiché questi collaboratori sono impegnati a norma di contratto per 500 ore annue, si dovrà: a) ricalcolare l'impegno di lavoro richiesto al CLA in base a questo nuovo dato; b) effettuare il possibile recupero dalle ore residue non ancora effettuate per l'a.a.1997-98, tenendo conto che il contratto ha effetto dal 01.01.1997.

Sulla base di queste considerazioni, le richieste di insegnamento linguistico sono così formulate:
LINGUA INGLESE 

Modulisti                  7

Numero dei moduli  26
Ore per modulo      75
TOTALE ORE  1950 

In considerazione dell'altissimo numero di studenti che chiedono l'insegnamento di lingua inglese e dato che i due Collaboratori ed Esperti Linguistici di lingua inglese del CLA sono totalmente impiegati per fare fronte alle necessità di insegnamento linguistico della Facoltà di Medicina e Chirurgia, il Consiglio di Programmazione Tecnico-Scientifica chiede inoltre di bandire il concorso per:

n.ro 3 Collaboratori ed Esperti Linguistici di lingua inglese.
LINGUA SPAGNOLA 

Modulisti                  3

Numero dei moduli  10
Ore per modulo       75
TOTALE ORE  750 

LINGUA TEDESCA 

Data l'esistenza di n.ro 4 Collaboratori ed Esperti Linguistici di lingua tedesca il Consiglio di Programmazione Tecnico-Scientifica ha ritienuto sufficiente l'attuale organico.
 

LINGUA FRANCESE 

Modulisti                   5

Numero dei moduli   20
Ore per modulo       75
TOTALE ORE    1500 

Si chiede inoltre n.ro 1 Collaboratore ed Esperto Linguistico
 

LINGUA RUSSA 

Modulisti                  1

Numero dei moduli   2
Ore per modulo      75
TOTALE ORE    300
La richiesta di Tedesco (10 moduli per complessive 750 ore in considerazione dei fatto che questa lingua dispone di 4 CEL, per complessive 2000 ore a norma di contratto più eventuali recuperi (vedi sopra), è probabilmente sovrastimata, per cui si richiede una verifica ai docenti responsabili in tempi rapidissimi per poter formulare un quadro definitivo da sottoporre alle autorità accademiche (CdA). 

Per il momento, il quadro totale è di 4500 ore, con un costo presunto di circa 400 milioni.Si delibera di chiedere all'amministrazione un sollecito contatto con gli Istituti linguistici sottoindicati per ottenere i preventivi necessari alla stipula delle convenzioni in ordine all'utilizzazione di esercitatori "modulisti".Tali Istituti sono identificati come segue: 

-Istituto Cervantes di Milano

-Centre Cultural Francais di Milano
-Oxford School di Verona
-Cambridge English School di Verona
-In Lingua di Verona
-Lingua Viva di Verona
Tali Istituti dovranno essere invitati a presentare la loro offerta quanto prima in modo da consentire il regolare inizio dei corsi per l'a.a. 1998/99 (inizio corsi 11.10.1998). 

4.Varie ed eventuali

-Per motivi legati ai tempi di scrittura informatizzata dei test non è possibile frazionare le prove in tempi troppo dilazionati.I collaboratori ed esperti linguistici di lingua tedesca e francese sono pertanto tenuti a concentrare in una sola giornata le loro prove. 

-Il CARINT (Centro di Ateneo per le Relazioni Internazionali) ha richiesto al CLA un progetto di corsi di lingua italiana per studenti ERAMUS da tenersi nei mesi da ottobre a dicembre e da marzo a maggio.La proposta presentata dal direttore è stata discussa e approvata nella seduta dei direttivo dei CARINT dei giorno 1616.

 
Verona, 17.06.1998
              Il segretario verbalizzatore                             Il Direttore del CLA
                 (Prof.Sergio Pescatori)                               (Prof.Cesare Gagliardi)