UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA 
                      CENTRO LINGUISTICO DI ATENEO

CONSIGLIO DI PROGRAMMAZIONE TECNICO-SCIENTIFICA

VERBALE DELLA SEDUTA DEL06/11/1995 ORE 11.0

Il giorno 6 novembre 1995, alle ore 11,30, nell'auletta d'inglese della Facoltà di Lingue e Letterature straniere, si è riunito il Consiglio di Programmazione Tecnico-Scientifica del Centro Linguistico d'Ateneo. 

Presenti- il Direttore, prof.Gagliardi; i membri proff.Basalisco, Busch Bernard, Carpi, Frigo, Pescatori, Piva; il coordinatore tecnico, sig.Michelazzi.Ospite la dott.Maigron, lettrice di francese. 
Assenti giustificati: i proff.Dal Corso, Armato, Stevanoni, Thúne, Massariello (dimissionaria). 
Assenti: i proff.Pezzini, Storari.

L'ordine del giorno prevede la discussione sul progetto presentato dalla dott.Maryline Maigron (vedi verbale della seduta precedente, 30.X.95

Il Direttore dà subito la parola al prof.Piva, che si dichiara d'accordo col progetto, fa presente la sua disponibilità, in quanto rappresentante di lingua francese presso il CLA, ad attuarlo e ad accollarsi le responsabilità organizzative dei corsi. 

Il prof.Busch-Bernard esprime il dubbio che si vengano così a configurare due diverse "figure" di lettori; altri,colleghi intervengono per obiettare che non si tratterebbe che di due diversi tipi di corsi, rientranti comunque nella generale attività del CLA.Il prof.Piva precisa inoltre che le ore necessarie saranno recuperate all'interno degli orari già previsti dal monte-ore, in quanto quest'attività specifica può esserevista come una "variante" dei "moduli" di Francese commerciale già in orario. 

Il prof.Busch raccomanda di evitare inconvenienti prodottisi con i corsi di perfezionamento post-lauream per interpreti. 

La prof.Carpi è del parere che tali corsi debbano svolgersi al di fuori delle attività normali del CLA, con contratti esterni; si dichiara contraria a stornare ore dedicate ai corsi normali per gli studenti, e si dissocia da un'eventuale decisione favorevole al progetto. 

Il prof.Busch propone che si faccia l'esperimento per un anno, alla fine del quale i risultati ottenuti suggeriranno se e con quali varianti proseguire l'iniziativa. 

Il prof.Basalisco dà un convinto appoggio di principio all'iniziativa: gli studenti di lingue, i quali si sono dimostrati i più interessati al progetto nei due anni passati, ne ricevono una qualificazione per un lavoro esterno alla scuola (in cui non trovano sufficiente sbocco).Si tratta dunque di un esempio da seguire anche per le altre lingue. 

Dopo aver chiarito altri punti di dubbio e messo a punto vari dettagli, il Consiglio (con l'esclusione della prof.Carpi) ritiene di poter adottate il progetto in termini organizzativi per un anno, delegandone come responsabile il prof.Piva e coordinatrice la dott.Maigron. 

In particolare, il Consiglio decide di mantenere anche per quest'anno la collaborazione dell'Università di Trento al progetto; di riservare sempre per quest'anno, i corsi a studenti di Verona e di Trento, nonché a laureati che abbiano già seguito i corsi per il "Certificato" e intendano seguire quelli per il "Diploma". 

Varie:Il Direttore comunica che il Preside della Facoltà di-Lingue e Letterature straniere ha confermato l'assegnazione definitiva dei due tecnici al CLA.Per facilitare il lavoro amministrativo e di segreteria, fa presente l'opportunità di provvedere all'acquisto di fotocopiatrice e fax.

Un sopralluogo sui lavori di allestimento dei locali fa presumere che la loro operatività, almeno per le aule di lezione, si possa raggiungere verso la metà del mese.

La seduta termina alle ore 13.

Verona, 6 novembre 1995

                Il segretario verbalizzatore     Il Direttore del C.L.A.
                 (prof.Sergio Pescatori          (prof. Cesare Gagliardi)